mi piace, I like

dicembre 31, 2012
mi piace, I like
mi piace pensare che ci sia sempre tempo. anche quando è palesemente tardi. son fatto così. dietro un’apparente indolenza, tengo la tenacia dei muli, dei duri, dei testardi, degli innamorati.
mi piace il vento quando fa volare per aria le foglie secche. la pioggerellina che bagna il viso. le canzoni tristi quando sei allegro. Nick Cave mentre ti bevi la birra. Tom Waits dopo che l…’hai finita.
mi piacciono i personaggi di Bukowski. quelli con la bottiglia mezza vuota in mano e la patta dei pantaloni mezza aperta.
mi piace fare pulizia. ma non la faccio mai.
mi piace l’ordine. ma vivo sommerso di cose.
mi piacciono i perdenti. ma qualche volta è pure bello vincere, eccheccazzo.
mi piacciono gli scandali. ma a piccole dosi.
mi piacciono gli eccessi. idem come sopra.
mi piacciono le vite tranquille.
mi piacciono le collisioni e le contraddizioni.
mi piace quando c’è da imparare.
mi piace Arturo Bandini, quando aspetta la primavera. perché in primavera ci si innamora.
mi piacciono le ortensie e le rose. e il profumo del rosmarino e della salvia. ma pure le puzzette. soprattutto quelle di Virginia.
mi piace il sud. alla faccia dei nordisti. e della mafia, ovunque si trovi (sia il sud, che la mafia).
mi piacciono gli elenchi. pure quelli telefonici. che se la vita fosse un elenco ben fatto, basterebbe andare a cercare seguendo l’ordine alfabetico. facile vero?
mi piace andare a memoria… anche non ci riesco più da almeno trent’anni.
mi piace il passato, purché non sia quello di verdura. tutto sommato però preferisco pensare al futuro.
mi piace, I like
mi piace, buon 2013
Annunci

di lotta e d’amore…

dicembre 31, 2012

ComicsBarattola Hulk, giuseppe braga 2012

buon anno a tutti…

IMG_0539 - Copia IMG_0541

se

dicembre 15, 2012

se riuscissi a esser me stesso

se riuscissi a non aver paura prima che giunga il buio

se riuscissi a sporcarmi le mani

con la terra con il fango con le nuvole

se comprendessi il reale profondo insindacabile significato della compassione

se non temessi il futuro

se avessi il coraggio dei pionieri

se guardando dentro gli occhi di mia figlia traessi la forza necessaria

se la necessità si trasformasse in abitudine

se la povertà fosse solo il conto in banca in rosso

se il mio animo fosse estensibile

se fossi uno scudo invincibile

se diventassi un porto in cui accogliere senza limiti

se potessi avere la grazia nel mio cuore e la leggerezza e la misericordia tra le mani

se mi fosse data l’occasione

se riuscissi a cantare senza perder mai la voce

se tutte queste cose

forse tornerei a vivere davvero

la Divina Marlene

dicembre 3, 2012

la divina marlene

IMG_0443 - Copia

CineLattina Marlene, giuseppe braga 2012

Satine!

novembre 26, 2012

CineLattina Moulin Rouge, giuseppe braga 2012

 

Dolcetto o scherzetto?

ottobre 22, 2012

Al telefono.
“Virginia, oggi cos’hai mangiato?”
“Lasagne al forno! Pomodori e pollo!”
“Ah. Bene. E come dolce?”
“Papà! Il dolce non te lo voglio dire!”
“Perché?”
“Uffa! Che barba! Non te lo dico e basta!”
“Se me lo dici, poi te lo prendo anch’io e così lo mangi ancora…”
Momento di indecisione.
“Papà! Papà! Va bene dai! Per questa volta te lo dico!”

Cronache dall’Acquario

ottobre 17, 2012

3.

Il Capo: no perché, sai, per esempio. Non so neanche cosa stai facendo, tu.

io: be’, io mi sto occupando del…

Il Capo (senza che mi abbia ascoltato, proseguendo nel suo ragionamento): già, ma tu che cosa ci fai, qui?

ciao Beppe…

ottobre 17, 2012

Trent’anni fa ci lasciava il grande Beppe Viola. Su La Repubblica, Gianni Mura lo ricorda con questo bell’articolo. Potete leggerlo qui.

the artist…

ottobre 16, 2012

mercoledì 17 ottobre, al Twelve di Milano, viale Sabotino 12, parteciperò, con nuove Cinelattine e altri lavori, a questa mostra. Chi è nei paraggi può fare un salto…

Cronache dall’Acquario

ottobre 16, 2012

2.

Il Capo: ma tu qui come ti trovi?

io: be’, insomma…

Il Capo: no perché, sai, mi sembri proprio un pesce fuor d’acqua.

Ai capi non sfugge proprio nulla. Son capi mica per niente.

Cronache dall’Acquario

ottobre 16, 2012

1.

Sono qui da un anno e mezzo. Quasi due, a esser precisi. Un open space con grandi vetrate, male isolato (freddissimo d’inverno, caldissimo d’estate) e col cantiere della nuova linea del metrò a pochi passi. C’è di peggio, non voglio lamentarmi, ovvio. Ma si potrebbe aspirare anche a qualcosa di meglio.

Cappuccio e brioche, grazie

ottobre 15, 2012

Virginia, amore, oggi il papà ha un sacco di roba per colazione. Abbiamo un’ampissima scelta! Puoi scegliere tra latte, latte e cacao, succo di frutta, pane e marmellata, miele, biscotti, fiocchi d’avena, fette biscottate e…
Papà!
Cosa.
Andiamo al bar?

Ingegnità!

ottobre 10, 2012

Stiamo costruendo la casa delle Barbie. O meglio. Io la sto assemblando coi mattoncini del Lego e Virginia pettina la Barbie sposa. Sul più bello, i mattoncini finiscono.
“Bisogna interrompere i lavori, amore, sono finiti i mattoni.”
Lei, continuando a spazzolare quella bellissima chioma bionda, mi guarda e con estrema naturalezza, mi fa:”Ma papà! Tu sei architetto! Dai! Inventa qualcosa! Un po’ di ingegnità!”

Let’s dance

ottobre 10, 2012

Let’s dance, giuseppe braga, 2012, collage (cm. 100×70)

Across the Universe

agosto 3, 2012

Across the Universe, giuseppe braga, 2012, collage 100×70

Il ricordo d’infanzia, un libro collettivo

luglio 25, 2012

Segnalo questa interessante iniziativa di Giulio Mozzi. Qui tutte le necessarie informazioni.

“Vorrei raccogliere cento, mille, duemila ricordi d’infanzia. Non necessariamente primi ricordi d’infanzia. Ricordi di quando avevamo non più di otto anni. Ricordi, se possibile, autentici: cioè proprio ricordi personali, non ricordi attivati da racconti e rievocazioni di genitori e parenti. Non necessariamente, peraltro, ricordi “veri” nel senso comune della parola: la memoria dell’infanzia è piena di fantasie, sogni, immaginazioni – che non sapevamo allora, né sapremmo adesso, distinguere da ciò che ora, da adulti, consideriamo “vero”.”

Il blog di Giulio Mozzi è http://vibrisse.wordpress.com/

Love Supreme

luglio 10, 2012

Love Supreme, giuseppe braga, 2012, collage 100×70

Tris di CineLattine

giugno 25, 2012

Cheyenne, Jack Torrance and Joker…

This Must be the Place, Shining, Il Cavaliere Oscuro [giuseppe braga 2012]

Progetti per il futuro…

giugno 13, 2012

CineLattina Le conseguenze dell’amore

[tecnica mista – giuseppe braga 2012]

Nuove CineLattine al Santa Tecla Cafè

giugno 4, 2012

Image

le nuove CineLattine braghiane, appena terminate, schierate ordinatamente nell’atelier dell’artista… ora esposte al Santa Tecla Cafè, in via Santa Tecla 3, in pieno centro di Milano, a due passi dal Duomo…

maggio 9, 2012

Sul blog: L’Apéro du Jeudi Milano, esattamente qui, si parla dello Square Bar e delle CineLattine…

CineLattina Arrivano i Nostri, Giuseppe Braga, 2012

(foto di Federico Buonanno)

 

di Padania ce ne sta una sola, ed è quella degli Afterhours…

maggio 9, 2012
che sabato scorso, poco prima di suonare, noi, in quanto Missibilli, in una palestra di Abbiategrasso (paese nel cuore della Padania), a due raid di spinning, intanto che eravam lì a montar gli strumenti, con le ciminiere in lontananza (e la grandine al posto della neve) s’è appalesato lui, non volevo crederci ma era proprio lui, anche se stava in tuta e coi capelli raccolti era proprio lui, il grande Manuel Agnelli… che dopo averci scambiato quattro chiacchiere ci ha persin fatto gli in bocca al lupo… be’, fatemi dire, son cose queste, sì, son proprio cose… che poi, visto che ci sono, fatemi dire, ecco, suonare a un raid di spinning (anzi a due, uno dietro l’altro) è stata una roba pazzesca… faticosamente molto parecchio divertente… tanto più veder tutti pedalare e sudare come matti mentre tu sei lì che canti e salti e tra un pezzo e l’altro ti bevi la tua buona birra bavaria… son cose, eh sì, queste son cose!
Viva la Padania! (l’unica che io conosco…)

le CineLattine allo Square Bar

aprile 12, 2012

 

Dal 17 aprile 2012 allo Square Bar

ARRIVANO I NOSTRI!

film stappati ad arte…

CINE-LATTINE (e altri collage)

di GIUSEPPE BRAGA

Il trucco c’è ma non si vede

aprile 12, 2012

Ho armeggiato con le Barbie e qualche brillantino della Barbie Sposa m’è rimasto appiccicato sulle palpebre. Virginia se ne accorge e mi fa:

Papà ma ti sei truccato!

Papà! Che poi anche truccato non è che sei un granché!

Lezione Virginiana di geofisica

aprile 12, 2012

L’acqua è fatta dal mare! Gli ingegneri prendono il sale e lo mettono nei barattoli! Poi li chiudono e arrivano i camion! Asciugano il mare e riempiono le bottigliette d’acqua!

Ah sì? E poi che succede Virginia?

Eh! Noi poi le beviamo!

CineLattine (American Beauty e Per un pugno di dollari)

aprile 12, 2012

 

© giuseppe braga, marzo 2012 – tecnica mista

(foto di Federico Buonanno)

Cogito ergo gioco

aprile 12, 2012

Li inventavi sempre quando ero piccola!

Cosa Virginia.

I giochi! E adesso non li inventi più!

Be’, sai, non è facile inventarne sempre di nuovi…

Ma va che l’immaginazione è bella papà!

Eh, lo so. Va bene, dai, adesso provo a pensarne qualcuno…

Papà! Però pensa presto!

Belli capelli

aprile 12, 2012

Stiamo giocando con Nina la grintosa, una nuova bambolina. Virginia si rigira per le mani la scatolina, sul retro ci sono le altre amiche di Nina. Le osserva attentamente.

Eh papà! Sono speciali!

Ah sì? E cos’hanno di diverso dalle altre?

Hanno più capelli che corpo! Sono capellose!

Le arie di Ken

aprile 11, 2012

Le Barbie sono schierate sul divano. Una accanto all’altra. Poco distante, ci sta Ken. Virginia dopo averle così sistemate, mi guarda e mi fa.

Papà! Nessuna si vuole fidanzare con Ken!

Ah. E come mai?

Lei allora si alza, si avvicina e, sottovoce, come a non volersi far sentire da nessuno, mi sussurra.

Perché è uno scoreggione!

Favoritismi generazionali

aprile 11, 2012

Stiamo preparando i bigliettini d’invito per la festa di compleanno. Insieme scriviamo i nomi dei suoi amichetti. Quando abbiam finito, le dico.

Be’, dovremmo anche invitare gli zii e i nonni, cosa dici?

Virginia mi guarda e mi fa.

Eh va bene! Invitiamoli! Però i bigliettini ai vecchi non li facciamo!

Bossianamente…

aprile 11, 2012

Notizie ANSA

Bossi: dimissioni irrevocabili. Al suo posto un triumvirato: Qui, Quo e Qua.

Bossi: lo faccio per il bene della Padania! E a Paperopoli non ci pensa?

Bossi: lascio, ma guardo avanti. Giusto, tanto nel didietro gliel’hanno già abbondantemente messo, dunque…

Bossi: “mio figlio Renzo me l’ha assicurato. L’auto è sua e l’ha pagata lui.” Certo, ma coi soldi di un altro…

Bossi: “questa storia puzza!”. Qualcuno lo aiuti a cambiarsi il pannolone.

La Padania nuovo protettorato di Topolina. Bossi: “è l’Europa che ce lo chiede…”

Castelli difende Bossi: “non sapeva nulla”. I confini della Padania glieli ha dovuti spiegare Topolino.

Calderoli: “con me le cose cambieranno!”. Ovvio, l’Iban è diverso.

Maroni: “Pulizia! Pulizia! Pulizia!”. Poverino, è convinto di essere ancora Ministro degli Interni. Polizia, Maroni, quella era la Polizia…

La ex di Renzo Trota: “Aveva un po’ di case e una villa.” Un po’..? Uh, troppo difficile anche per lei contare… proprio due anime gemelle.

Bossi: “Il cerchio magico non esiste!”. La sua ex insegnante delle medie conferma: in Geometria era proprio una schiappa.

Bossi: “Ricandidarmi? Prima devo chiedere a Topolino.”

Bossi: “Abbiamo già cominciato a fare pulizia!”. Sì. Due filippini molto laboriosi. Rigorosamente a nero.

Renzo Bossi: “Mi dimetto per il bene della Lega. A mia insaputa.”

Bossi (l’Umberto): “Scusatemi per i figli. Colpa di mia moglie, io le volevo tutte femmine…”.

CineLattina Kill BIll (vol. I)

aprile 10, 2012

   

© giuseppe braga, marzo 2012 – tecnica mista

(foto di Federico Buonanno)

this must be the place

febbraio 1, 2012

© giuseppe braga, dicembre 2011 – tecnica mista

(foto di Federico Buonanno)

que serait l’audace sans…

gennaio 25, 2012

Su Glossom: qui, i miei ultimi lavori.

La bellezza non è tutto

gennaio 17, 2012

Le Barbie sono tutte belle! Eh ma anche Ken è bellissimo!
Ma Virginia, dimmi un po’, e il papà..?
Eh! Tu sei un pochino bello!
Mh. Vediamo. Da uno a dieci quanto?
Si mette a pensarci su. Fa degli strani conti con le manine e poi.
Uno!
Be’. Meglio che niente, dai.

Saldi per ogni stagione

gennaio 9, 2012

Stiamo giocando al negozio d’abbigliamento. Virginia è la commessa. Io sono un papà. Entro, insieme alla mia piccola figlia che ha bisogno di rifarsi il guardaroba. La commessa, molto solerte, ci viene incontro.

Cosa volete?
Vorremmo dei vestiti nuovi per la mia piccolina.
Ah sì! Ma li volete invernali o estatali?

la (mia) borsa valori

gennaio 9, 2012

© giuseppe braga, dicembre 2011 – tecnica mista

in the bathroom

dicembre 29, 2011

Ho messo alcuni miei lavori su Glossom, un sito molto interessante e creativo. Per chi fosse interessato, questo è il link:

http://www.glossom.com/giuseppebraga

Elasticità

dicembre 28, 2011

C’è Virginia che mi sta saltando un po’ sulla pancia, un po’ sulle gambe, un po’ sul petto. Io naturalmente son steso a terra e le faccio da materassino.

Che bello! Che bello! Ancora! Ancora!
Senti, le dico, rimbalzi bene sulla mia pancia?
Eh sì!
E come mai?
Eh perché tu sei un papàelastico!

Sempre detto che ci vuole un po’ di elasticità – e non per forza mentale – nella vita.

L’Oblò nella rete…

dicembre 18, 2011

 

Guardare il mondo da…

[tratto dal blog di Marco Crestani Libereditor’s Blog]

Giuseppe Braga è finalmente tornato “alle stampe” con un ebook edito da Meligrana editore. Colpisce e non poco il suo Oblò (e il mondo guardo da…). Colpiscono l’agilità e la fluidità, la grazia delicata e indolente. Colpisce l’ariosità e il dettaglio. Colpisce l’ironia e la giovanile, acuta, intelligente levità… Ironia che è sottigliezza preziosa di sguardo, antidoto all’invadenza sfacciata del conformismo, capacità di comprendere e svelare l’assurdo della vita.
Una scrittura, quella di Giuseppe Braga, brillante e colorita, sempre accattivante, ricca di leggerezza e di energia. Da leggere (rileggere) e gustare…

oibò, è arrivato l’Oblò!

dicembre 14, 2011

Da un paio di giorni, sul sito della casa editrice Meligrana e in molti ebookstore, ad esempio qui, oppure qua, si può acquistare il mio nuovo ebook Oblò (e il mondo guardo da…).

“Periferia milanese, primi anni duemila. È l’ultima notte, domani finalmente si trasloca nella nuova casa, una bellissima villetta a schiera! Matteo ha poco più di dieci anni e per l’eccitazione non riesce a dormire. Nella testa gli frullano mille pensieri e un sacco di domande… e così ci conduce per mano alla scoperta del suo piccolo particolarissimo universo. Nel quale Bart Simpson è molto di più del personaggio della serie televisiva, dove il cemento è armato perché deve difendersi da qualcuno e le metafore somigliano ai meteoriti! Ed è seguendo i suoi pensieri, un po’ sconclusionati ma irresistibilmente divertenti, che ci permette di guardare il mondo attraverso i suoi occhi ingenui e disincantati.”

Concezioni non troppo immacolate

dicembre 14, 2011

Stiamo passeggiando per le vie del quartiere. Son le quattro del pomeriggio, ma è tutto chiuso.

Papà papà perché i negozi sono chiusi?

Perchè oggi è festa.

Ah! La festa di chi?

Mh. Ecco. Diciamo che oggi è la festa della Madonna.

Ci ragiona sopra un po’. Dopo qualche passo mi fa: Allora dobbiamo farle gli auguri!

E comincia a cantare: Tanti auguri a teeee! Tanti auguri a teee! Tanti auguri alla Madonnaaa! Tanti auguri alla Madonnaaa!!!

Che dire, impagabile…

lattina creativa

dicembre 14, 2011

(giuseppe braga, tecnica mista – novembre 2011)

foto di Federico Buonanno

Cromaticamente

dicembre 13, 2011

Papà papà! Il grigio non mi piace!

E perché?

Perché la strada è grigia! I muri sono grigi! E anche i lampioni sono grigi!

Eh sì, più o meno è vero… ma dimmi Virginia, il bianco invece ti piace?

Ma papà! Che domande mi fai! Il bianco non è un colore!

E perché scusa?

Ma perché il bianco non si vede! Come fa a essere un colore?

All’ultima moda

novembre 30, 2011

 Stiamo per uscire. Virginia indossa una giacca a vento rossa e un paio di scarponcini scamosciati. Io ho il mio solito giaccone blu e le clark. Lei prima fa una giravolta e poi mi dice.

Papà papà! Sai come sono vestita oggi?

No amore, dimmelo tu.

Sono vestita da cavallerizza!

Mi viene la curiosità e allora glielo chiedo.

E io come sono vestito?

E lei, senza pensarci neanche un attimo.

Ma papà! Tu sei vestito da papà!

C’è solo un fiore in quella stanza…

novembre 19, 2011

Virginia sta roteando in aria un bastoncino di plastica.

Papà papà! Sono diventata una fata!
Bene, quella è la tua bacchetta magica?
Sì sì! Ci posso fare le magie e trasformare le cose! Anche te se voglio!
Dai, allora trasformami in principe azzurro, se ci riesci.
No no! Papà! Ti trasformo in rospo!

Quadernini e… Virginia al Cicco Simonetta

novembre 13, 2011

domenica 27 novembre alle ore 21.30

al circolo Arci Cicco Simonetta via Cicco Simonetta 16 Milano, torna:

QUADERNINI

lettura pubblica di quaderni delle elementari (ma anche medie)

superospite: GIUSEPPE BRAGA che leggerà alcuni brani di “Virginianamente”, ovvero dialoghi con Virginia, sua figlia

PORTATE ANCHE I VOSTRI QUADERNINI!

potrete leggerli, o farli leggere a noi, se non volete leggerli voi!

grazie!

PS. L’INGRESSO E’ LIBERO MA SERVE LA TESSERA ARCI!

www.facebook.com/quadernini

www.ciccosimonetta.org

Non te ne incaricare… oppure sì?

novembre 12, 2011

Virginia, lo sai che Berlusconi sta andando via?
Sì lo so è andato a casa sua!
Quasi… ma dimmi, piuttosto, ne parlano tutti, chi ci mettiamo al suo posto?
Ci mettiamo te papà!

Epperò, mica male come idea, non m’era venuto in mente, a me. Bè. Mi sa che i figli sono un po’ come gli elettori, almeno all’inizio, la fiducia te la danno sempre…

Virginia paint

novembre 2, 2011

il mondo è rosso, lo so perché, aledi sempre aledi wuè! [2011]

ieri oggi domani e…

ottobre 31, 2011

Papà papà! Io oggi voglio giocare! E anche domani! Giocare! Giocare! Giocare!
Ma certo amore.
E pure dopodomani!
Sì, va bene.
E anche e anche e anche e anche… primadomani!
Ma Virginia, scusa, primadomani che giorno è?
Ci pensa un momento e poi dice: ma primadomani è oggi! Forza papà giochiamo dai!

Nuovi giochi

ottobre 26, 2011

Papà papà!

Dimmi amore.

Ho inventato un gioco nuovo!

Davvero?

Sì sì! Si chiama Tillus!

Bene… e come si gioca?

Ma papà!

Che cosa.

Io non lo so! Io ho inventato solo il nome! Il resto devi inventarlo tu!

scovolino creativo

ottobre 24, 2011

(giuseppe braga, tecnica mista – ottobre 2011)

Prelievi

ottobre 17, 2011

Siamo al bancomat, sto prelevando. Poco distante dalla tastiera, appena sotto il ripiano, è accucciato un grosso ragno. Virginia, dal basso, lo vede subito.

Papà papà! Attento!

A che cosa?

Al ragno!

Mi abbasso, lo vedo anch’io. È davvero grosso e se ne sta lì, placido, nella sua ragnatela.

Stai attento papà!, mi ripete lei, e poi mi fa: sai perché è così cicciotto papà?

No, perché?

Perché quando sbagli i numeri lui ti mangia i soldi!

take your time

ottobre 16, 2011

[giuseppe braga, acrilico su compensato, luglio 2011]

Acrobaticamente

ottobre 9, 2011

Siamo al parchetto. Virginia si sta arrampicando sopra un’alta costruzione piramidale, fatta di corde colorate intrecciate, sostenute da un grosso traliccio in acciaio. È eccitatissima. È la seconda volta che ci sale. Dopo un bel po’, scende. Le chiedo com’è andata.

Eh ho fatto un po’ di imparazione!

Cosa?

Eh una prova di cadezze!

Papà! Io sono acrobatichissima!

Missibilli on stage

ottobre 5, 2011

Domani sera vi aspettiamo qui:

DNArte: via Valleambrosia, 24 – ASSAGO (in fondo a via della Chiesa Rossa, lungo il Naviglio Pavese) Milano
Opening con HostBandStanding
Special Guest: MISSIBILLI CLUB BAND (giuseppe braga, lapo calosi, ferruccio guerra, ettore menguzzo)
 
INGRESSO LIBERO – Tessera DNArte 2011/2012: 5 €

Caffettiera creativa

ottobre 5, 2011

forse non buona per il caffè, ma bella a vedersi…

(giuseppe braga, tecnica mista – luglio 2011)

Occhio alla testa!

ottobre 5, 2011

Ci stiamo mettendo a tavola. Senza farlo apposta, mentre la sto aiutando a sedere, le do una gran botta in testa col gomito. Virginia caccia un urletto.
Ahia papà!
Le chiedo scusa. Ma intanto vedo che comincia a far la faccia pensierosa. Dopo un po’ mi fa.
Papà papà!
Dimmi.
Ma mi uscirà il binocolo?