Archive for the ‘La dura vita dello scrittore (clandestino e maledetto)’ Category

(immensamente) Giulio non lo sa

giugno 17, 2010

Ciao, bentornato, come stai?, Giulio mi sorride dall’alto delle scale.

Giulio non lo sa che sto arrancando col palato disidratato e, appena gli sono vicino, terminati i gradini, mi stringe la mano.

Giulio non lo sa, ma io sto sudando per tutta una serie di motivi, non secondario quello per cui mi sono coperto troppo (maglioncino a collo alto e giacca di velluto) e fuori ci saranno una trentina di gradi col 98% di umidità.

(more…)

Annunci

Concretamente

gennaio 13, 2010

La cosa più inebriante, quando pubblichi un libro, è il pensiero concreto che, concretamente, possa passare di mano in mano e, conseguentemente, concretamente insomma, venir letto da chiunque. Che sia il tuo vicino di casa, che sia uno dei tuoi migliori amici o che sia quella ragazza (faccio un esempio a caso, a caso ma non troppo, sì) concretamente bellissima e, oggettivamente, lettrice attiva e attenta, già, proprio quella che incrociavi sempre al bar (con, alternativamente, un Baricco o un Volo o un Dan Brown sottomano), o che sia, teoricamente complicato ma concretamente fattibilissimo, il principale critico letterario nazionale.

(more…)