Archive for maggio 2011

milano si colora

maggio 29, 2011

il cielo oggi è arancione… speriamo sia di buon auspicio.

[torri di periferia, acrilico su compensato, gbraga, 2003]

Annunci

Libertà di critica

maggio 23, 2011

Siamo in bagno, le ho appena fatta fare la pipì. Mentre l’aiuto a tirar su i pantaloni, lei si guarda in giro, alza gli occhi e li vede appesi. Sono sei, sette collage che ho attaccato alle pareti, molto colorati, ritagli di riviste, fumetti, scritte, schizzi, strisciate e macchie di acrilici.

Papà!

Cosa.

Che quadri stupidi!

Resto sorpreso, non me l’aspettavo, pensavo le piacessero, per via dei fumetti e di tutti quei colori, e però.

Ma Virginia, sai chi li ha fatti?

Ci pensa solo un attimo e poi risponde.

Li hai fatti tu!

Resto in silenzio, limitandomi a far sì con la testa, aspettandomi un qualche tipo di proseguimento dell’argomentazione, diciamo maggiormente benevola, nei confronti delle mie opere. E invece.

Papà!

Dimmi amore.

Restano stupidi lo stesso!

Ah…

E lo sai?

Che cosa.

I miei sono molto più belli!

Colpito e affondato.

Il pranzo è servito

maggio 18, 2011

Virginia oggi a scuola cosa c’era da mangiare?

Mmh… ah, sì, la pasta al sugo!

Bene, era buona?

Eh, non l’ho mangiata!

Ah, e di secondo?

Mmhh… ah, sì, il pollo!

Oh, il pollo, e dimmi, com’era?

Non lo so, non l’ho mangiato!

Di contorno?

Le patate!

E com’erano?

Ma papà!

Cosa.

Non lo so! Non le ho mangiate le patate, non lo so!

Ho capito, e poi…

Ah, sì, e poi c’era il mandarino!

Che non hai mangiato, vero?

Papà!

Cosa.

Ma come hai fatto a indovinare?

Al telefono

maggio 4, 2011

Papà papà!

Cosa.

Ti sento lontano!

Prova ad avvicinare il telefono all’orecchio, Virginia.

(sento dei rumori, poi, dopo qualche secondo)

Papà papà!

Dimmi.

Ah! Finalmente!

Cosa.

Adesso ti sento!

Brava. Come stai?

Bene bene! Ciao papà!

Click.