Archive for gennaio 2010

Paesaggio notturno

gennaio 27, 2010

All I want is you, acrilico su compensato, 2008/2009

Annunci

C’è sempre chi sta peggio

gennaio 26, 2010

È di ieri la notizia che sono quattordici (14), i giorni – ininterrotti, ovviamente – nei quali il livello delle polveri sottili (lo smog, in parole povere) nell’aria milanese, è superiore, e di brutto, ai limiti consentiti. Ne parlano i tg, i giornali e il web. Un po’ tutti, anche mia madre, stamattina, al telefono. Ma la nostra sindachessa che ti inventa, sul sito ufficiale della città che guida? Prova a informare i cittadini, prova a spiegare, prova magari ad annunciare l’adozione di qualche provvedimento (l’eco pass, come s’è visto, fa ridere i polli…), prova a farsi carico del problema? Certo che no. L’unica cosa che ha fatto, riconosciamoglielo, qualcosa ha fatto, è stata inviare una bella lettera aperta al Corriere della Sera, una specie di giustificazione scritta, nella quale sostiene che non va poi così male, dai, dopotutto l’anno scorso era peggio, lo smog era più alto. Brava.

(more…)

Una risata ci salverà

gennaio 19, 2010

Io rido

Tu ridi

Sdrammatizzare è sempre stato un mio vanto

Ora come non mai, dovrei giocarmela così 

E allora rido

(more…)

Che si mettessero d’accordo

gennaio 18, 2010

Leggo dal Corriere della Sera: “Mehmet Alì Agca, l’uomo che attentò alla vita di Papa Giovanni Paolo II, è libero. E’ stato scarcerato lunedì mattina. E dopo tanti anni, 29, trascorsi in prigione, Agca non smentisce il proprio personaggio contraddittorio e in qualche modo misterioso. In una lettera consegnata agli avvocati e da questi diffusa ai giornalisti, si proclama «Gesù Cristo», annuncia rivelazioni sulla fine del mondo e proclama le sue verità mistiche teologiche su Dio e la Trinità […].”

Qualche tempo fa, invece, l’Ansa riportava questa, di Silvio Berlusconi (e di chi, se no, naturalmente): “Su Napoleone scherzavo: io sono il Gesù Cristo della politica, una vittima. Sopporto tutto, mi sacrifico per tutti.”

Aspettando un eventuale terzo pretendente, delle due l’una. Uno dei due è un gran cacciaballe.

A qualcuno piace ancora

gennaio 18, 2010

Ho trovato questa recensione, qui.

Il Joyce resiste al tempo…

Concretamente

gennaio 13, 2010

La cosa più inebriante, quando pubblichi un libro, è il pensiero concreto che, concretamente, possa passare di mano in mano e, conseguentemente, concretamente insomma, venir letto da chiunque. Che sia il tuo vicino di casa, che sia uno dei tuoi migliori amici o che sia quella ragazza (faccio un esempio a caso, a caso ma non troppo, sì) concretamente bellissima e, oggettivamente, lettrice attiva e attenta, già, proprio quella che incrociavi sempre al bar (con, alternativamente, un Baricco o un Volo o un Dan Brown sottomano), o che sia, teoricamente complicato ma concretamente fattibilissimo, il principale critico letterario nazionale.

(more…)

Lame

gennaio 13, 2010

Lame che tagliano la notte / Bruci il silenzio, parlando / Gridano, intanto, gli occhi / Sbarrati e impenetrabili / Rinchiusi in un antico sogno / Hai abbattuto muri / Inutilmente innalzati / Prevedibilmente poi, caduti / Hai smesso i panni del salvatore / Nudo, ma pieno di idee / Non vuoi essere salvato, almeno dici / Eppure hai bisogno / Di nutrire il tuo spirito / Con l’appetito di un cannibale malato / Rubi l’ispirazione al tuo miglior alleato / Proclami il tuo falso dolore / E prosegui a bruciare il silenzio

[gb, milano, 1997]

Milioni di strade

gennaio 5, 2010

Milioni di strade, neuroni in viaggio, quel giorno anch’io sarò eroe

Quella notte spaccherò il muro, frangerò le onde

Sarò appena nato sarò vecchio e solo sarò una giovane donna che aspetta

E la speranza dietro al cuore e la sofferenza appesa ai fianchi

(more…)